seT01COMUNANZA AGRARIA S.ERACLIO

 

Regolamento parco giochi di Via S. Abbondio

Proposta

 

Art. 1. Scopo del regolamento

- Scopo principale del regolamento è quello di:

a) salvaguardare la sicurezza e l’incolumità dei bambini e di coloro che frequentano il parco, coordinando in modo equilibrato l’attività ludica, sportiva e quella sociale;

b) tutelare il decoro, l’ordine, la pulizia, le norme igienico-sanitarie, il rispetto per l’ambiente, per le aree verdi e per quelle riservate a parco giochi dei bambini, nonché il corretto uso delle attrezzature e delle strutture in quanto luogo avente importanti funzioni ludico-ricreative;

c) promuovere l’aggregazione delle persone attraverso un’ordinata e pacifica convivenza all’interno delle strutture e degli spazi attrezzati.

 

Art. 2. Ubicazione e proprietà

- Il parco è situato a S. Eraclio in Via S.Abbondio ed è di proprietà della Comunanza Agraria di S. Eraclio. - L’utilizzazione del parco attrezzato è pubblico ed è regolata dalle disposizioni del presente Regolamento.

 

Art. 3. Norme generali di comportamento

- I fruitori del parco devono mantenere un comportamento corretto.

- Durante tutto il periodo di permanenza al parco, i minori rimarranno sotto l’esclusiva custodia dei genitori/accompagnatori, con tutti gli obblighi di vigilanza ed attenzione connessi e le responsabilità relative ad eventuali infortuni subiti dal minore o dallo stesso provocati ad altri minori e/o a terzi e cose. La responsabilità sui minori è del genitore o dell’accompagnatore che deve essere maggiorenne, e ne risponde personalmente per tutto il periodo di permanenza al parco.  E’ assolutamente vietato lasciare incustoditi i minori. Nell’eventualità che questo accada, il Gestore del parco declina ogni responsabilità.

- Le attrezzature per il gioco dei bambini possono essere liberamente utilizzate dai minori, ma con cura ed attenzione da parte dei genitori/accompagnatori.

- In tutte le aree di cui al presente regolamento, è vietato portare i cani senza essere condotti al guinzaglio. E’ fatto obbligo ai conduttori di cani di provvedere all’immediata rimozione dei residui organici degli stessi.

NOTA: Nelle aree attrezzate riservate ai giochi dei bambini è vietato introdurre cani di qualsiasi razza e taglia anche se con museruola e condotti al guinzaglio. La presente disposizione non si applica ai portatori di handicap accompagnati da cani guida.

E’ vietato l’accesso al parco giochi:

- alle biciclette o altri velocipedi, salvo per depositare il mezzo nell’apposita rastrelliera. Possono circolare tricicli, carrozzine, passeggini, monopattino e veicoli giocattolo usati dai bambini di età inferiore a 10 anni;

- ai mezzi a motore auto e moto (esclusi quelli di emergenza, quelli utilizzati per la manutenzione del parco, per lo scarico/carico di merci e materiali, o appositamente autorizzati dalla Comunanza o dal Gestore del parco in occasione di particolari manifestazioni e/o eventi). E’ consentito l’accesso e la circolazione delle carrozzine (motorizzate e non) usate per il trasporto di portatori di handicap;

- fumare all’interno di locali e nell’area del parco giochi in presenza di bambini e donne in gravidanza;

- creare punti di bivacco (se non nelle aree a ciò destinate, es. gazebo, tavoli con panchine);

- gettare carta, resti di cibo o immondizie di ogni genere al di fuori degli appositi cestini porta rifiuti. Si raccomanda di rispettare le indicazioni generali per la raccolta differenzia;

- soddisfare bisogni fisiologici al di fuori dei servizi esistenti;

- utilizzare fiamme libere e/o accendere fuochi;

- campeggiare e/o pernottare;

- arrecare danni: alle piante ed alle aree verdi, danneggiare la segnaletica o gli arredi, i giochi e le attrezzature del parco;

- imbrattare con scritte od altro: i muri, i cartelli, le insegne, i giochi e gli arredi;

- salire con i piedi su tavoli e panchine;

- stare oltre l’orario di chiusura dei locali e del parco;

- all’interno del parco è vietato giocare a pallone al di fuori delle aree dedicate.

- Le attrezzature di gioco installate all’interno del parco per bambini non possono essere utilizzate da persone aventi età superiore a quelle indicate sull’attrezzatura a causa delle caratteristiche strutturali della stessa. All’interno delle aree destinate al gioco dei bambini è vietato fumare, bere bevande alcoliche ed utilizzare bottiglie di vetro.

- E’ vietato collocare od ancorare alle piante o ai pali, luminarie, striscioni, cartelli o altri mezzi pubblicitari senza preventiva autorizzazione.

- Fermo restando quanto previsto dalle norme vigenti in tema di disturbo della quiete pubblica, è vietato fare rumori, provocare schiamazzi o grida, produrre musica ad alto volume, tali da arrecare disturbo agli ospiti del parco ed alle vicine abitazioni, specialmente durante le ore destinate al riposo delle persone, e cioè: dalle ore 24.00 alle ore 07.00 e dalle ore13.00 alle ore 15.00. Solo in caso di eventi o manifestazioni particolari l’orario può essere modificato, ma comunque sempre nel rispetto delle norme.

- E’ facoltà del Gestore allontanare chi non rispetta il presente regolamento o chi tenga all’interno del parco un atteggiamento offensivo, contrario alle norme igieniche o si esprima con un linguaggio contrario alla morale, tale da recare disagio agli altri ospiti.

- La Comunanza Agraria e il Gestore del parco provvederanno ad installare e mantenere apposita segnaletica nel parco per informare gli utenti delle disposizioni di cui al presente regolamento. Eventuali cartelli informativi affissi nei locali o nelle aree del parco, costituiscono parte integrante del presente regolamento.

 

Art. 4. Uso del parco

- Il Gestore del parco ed altri Soggetti che usufruiscono (o possono usufruire) degli spazi e delle strutture del parco devono presentare all’inizio di ogni anno alla Comunanza Agraria il programma delle proprie iniziative, attività, eventi e manifestazioni, in modo da effettuare una corretta programmazione temporale degli eventi. L’uso del parco da parte di soggetti diversi sarà possibile soltanto se preventivamente autorizzati.

- Al di fuori dell’utilizzo generico del parco e delle attrezzature, come disciplinato dagli articoli del presente regolamento, è consentito organizzare manifestazioni di vario genere secondo le norme del presente articolo.

- I singoli cittadini, possono richiedere al Gestore l’utilizzo dell’area del parco, dei locali, delle attrezzature (es. gazebo), delle strutture, per organizzare incontri, manifestazioni, ecc.

- L’utilizzo può essere altresì richiesto anche da altre Associazioni, con o senza scopo di lucro, da Società, da Comitati, da Imprese individuali, ecc, per organizzare attività di carattere ricreativo, culturale e sportivo. La Comunanza concederà l’utilizzo dell’area del parco, articolando nell’atto di autorizzazione una serie di prescrizioni dipendenti dalle concrete attività per cui è stata formulata la richiesta. L’autorizzazione per eventi importanti sarà valutata dalla Comunanza e comunque non verranno rilasciate autorizzazioni per manifestazioni incompatibili con lo Statuto della Comunanza stessa, con il contratto di locazione sottoscritto con il Gestore, con il presente regolamento e/o con l’ambiente naturale del parco.

- Le manifestazioni sono consentite esclusivamente negli spazi individuati dalla Comunanza in accordo con il Gestore del parco. Il rilascio dell’autorizzazione comporta l’obbligo per il beneficiario di agire con la diligenza richiesta dalla natura dell’attività esercitata, al fine di prevenire danni alle persone, all’ambiente, alle strutture ed alle attrezzature, e comporta l’obbligo del totale ripristino dello spazio occupato. L’autorizzazione all’utilizzo dello spazio del parco non esonera il soggetto Responsabile della manifestazione al rispetto delle norme generali di igiene e sicurezza, al ripristino dell’area nella situazione di decoro iniziale, nonché di munirsi di tutti i necessari atti di assenso richiesti dalle vigenti norme.

- Il parco è chiuso durante la notte e coinciderà con la chiusura del bar/ristoro, ore 24,00 circa, mentre l’apertura della mattina è prevista per le ore 08,00 circa.

- Il bar/ristoro è aperto al pubblico tutti i giorni, con orario dalle 13.00 alle 24.00 circa.

- L’orario di apertura del bar/ristoro e del parco può essere soggetto a specifica regolamentazione “flessibile”, può essere articolato in fasce diverse a seconda della stagione o di altre specifiche esigenze. Sarà comunque cura della Comunanza in accordo con il Gestore, mettere cartelli informativi specifici sulla validità dell’orario nei rispettivi periodi dell’anno.

- Gli utenti che entrano nel parco devono tenere un comportamento corretto e responsabile, nel rispetto di quanto riportato nel presente regolamento e nei cartelli informativi affissi nel parco stesso. Durante la chiusura del bar/ristoro i bagni annessi al parco rimarranno chiusi (purtroppo a causa di ripetuti atti di vandalismo igienico-sanitario). Sono invece fruibili durate l’orario di apertura del bar/ristoro.

- Il Gestore del parco e/o la Comunanza Agraria di S.Eraclio non custodiscono i beni personali dei fruitori del parco, pertanto non rispondono in caso di smarrimento, furto, danneggiamento o deterioramento di oggetti portati nel parco o lasciati all’interno delle auto parcheggiate negli spazi annessi al parco stesso.

 

Art. 5. Manutenzione del parco e delle infrastrutture.

La manutenzione ordinaria del parco e delle relative infrastrutture ed attrezzature è demandata al Gestore del parco, mentre quella straordinaria è a carico della Comunanza Agraria di S. Eraclio che provvede secondo quanto riportato nel contratto di locazione sottoscritto tra le parti.

Art. 6 – Norme finali

Per quanto non previsto dal presente regolamento si rimanda alle normative vigenti.

Art. 7. Sanzioni

Le violazioni al presente Regolamento e alle eventuali disposizioni riportate nei provvedimenti autorizzativi, nonché gli atti vandalici saranno perseguiti ai sensi di legge vigenti e con richiesta di risarcimento dei danni arrecati.

 

Art. 8. Entrata in vigore

Il presente Regolamento entra in vigore dal ………………………..

Comunanza Agraria S.Eraclio

……………………………………………….

 

CASE,14-10-‘17