Carnevale dei ragazzi di Sant'Eraclio: carro del miglior cantieredi Andrea Piermarini

FOLIGNO - Con l’assegnazione del trofeo “Alfio Pace” è calato il sipario sulla 54° edizione del “Carnevale dei ragazzi” di Sant’Eraclio.

Il riconoscimento è stato offerto dalla famiglia Lupparelli in memoria del parente che ha presieduto il Carnevale tra gli anni 70 e 80.

Domenica sera dal palco di Piazza Fratti, il presidente Fabio Bonifazi ha premiato il miglior cantiere (carro allegorico e gruppo mascherato) della rassegna.

 Tra i sei è risultato vincitore assoluto il cantiere “We Can” autore del carro allegorico “Se vedo, sento, parlo” e del gruppo mascherato “Madre Natura” con 168 punti.

Al secondo posto si è piazzato con mezzo punto di distacco il Cantiere “I Matti” autore del carro allegorico “Gufopoli” e della mascherata “I Gufi”.

Il minimo scarto nel punteggio finale è la dimostrazione della perfezione raggiunta dagli artisti della cartapesta nel realizzare le creazioni allegoriche e dalle sarte nel confezionare i vestiti delle maschere.

La commissione giudicatrice ha attribuito punti per l’estetica del carro, la corrispondenza con il soggetto scelto e la bellezza scenografica della relativa mascherata.

Le foto dell'ultima sfilata

Le foto della prima sfilata

Il video della prima sfilata