san marcoCarissimi Parrocchiani,

in questa situazione di emergenza sanitaria, in cui dobbiamo attenerci – con pazienza, malgrado disagi – alle indicazioni che le autorità preposte hanno stabilito, insieme a d.Cristian abbiamo sentito il desiderio di farci sentire.

E’ vero: suonano le campane, sventola il tricolore accanto alla facciata della Chiesa, sempre aperta, ma il non vederci, se pur fugace, passando in strada o in chiesa per il rosario, per la S.Messa provoca un po’ di tristezza. .

Restare a casa è un atto di carità e di responsabilità nei confronti di noi stessi e del prossimo. Sicuramente “ce la faremo”. Non lasciamoci andare.

Insieme, se è possibile…! (ma certo che è possibile), ai figli, al marito, alla moglie, a papà, a mamma, a tutti quelli che sono in famiglia ci permettiamo di suggerirvi alcune proposte:

 

 

 

diamo spazio al canto, alla conversazione, al litigio(!) che però provochi sorriso, accoglienza e speranza;

ascoltiamo le notizie dai social, dalla TV, per lottare e “guarirci” insieme;

comunichiamo con tutti in particolare con le persone che sono sole in casa;

apriamoci alla lettura, alla Parola di Dio, alla preghiera. La preghiera è un potente mezzo che cambia la Storia

seguiamo le indicazioni dei nostri catechisti.

La nostra Chiesa di S. Marco, aperta tutti i giorni per la preghiera personale dalle ore 7.30 alle ore 19.00, insieme al servizio attento, rispettoso delle botteghe: “Pane Amore e Fantasia”, Panetteria Cesarini, Monica Mini Market, del fruttivendolo, della pescheria, dell’alimentare Costarelli, delle tabaccherie e Puka puka, rendono un po’ vivo il nostro Sant’Eraclio” sempre più deserto (fortunatamente!).

Ogni giorno alle ore 18,00 viene trasmessa la S. Messa celebrata dei nostri parroci dalle rispettive Chiese parrocchiali. La Messa è in streaming sulle pagine Facebook dei mezzi di comunicazione della Diocesi: Diocesi di Foligno, Rgunotizie.it, Gazzetta di Foligno, Radio Gente Umbra.

La Messa è disponibile anche attraverso il sito della Diocesi di Foligno: www.diocesidifoligno.it.

Per le festività di Pasqua, per la festa dei Sacramenti della Messa di I° Comunione, Cresima, attendiamo con fiducia e senza ansia (cattiva consigliera!), le comunicazioni dal Vescovo. Abbiamo fiducia di chi ci governa. Affidiamoci e ringraziamo i medici, gli infermieri tutto il personale sanitario, le Forze dell’Ordine e della Protezione Civile per il generoso servizio che ci fanno.

Queste parole vi giungano come segno della nostra vicinanza in questo momento così particolare. Dio in Gesù che è in noi, non ci abbandona. Il Concilio Vaticano II ci ricorda che:Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d'oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli (noi) di Cristo, e nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore


Un caro saluto (telefonateci, siamo felici!!!). A Presto – “io sono a casa” – “ce la faremo”.

d.Luigi e d.Cristian

S.Eraclio, 16 marzo 2020