Il Carnevale dei Ragazzi nel 2021 spegne 60 candeline e per celebrare l'evento il professore Gianni Sante Piermarini pubblica il volume “Fantasmagorie di Carnevale”.

Fantasmagorie di Carnevaledi Andrea Piermarini

 

 


Nel 2021 il “Carnevale dei Ragazzi” di Sant'Eraclio spegne 60 candeline.

Per celebrare degnamente lo storico traguardo è stato pubblicato il volume “Fantasmagorie di Carnevale” del professore Gianni Sante Piermarini, memoria storica della rassegna e fattivo collaboratore sin dal 1956 sotto la gestione Alessandrini.
Una dettagliata ricerca di documenti storici inediti, che risalgono al 1500, aneddoti personali, una elaborazione e un costante aggiornamento dei testi sino ai giorni nostri.

 “Fare questo certosino lavoro che si è protratto nel tempo ne è valsa la pena in quanto il libro – commenta l'autore – spero che sarà un valido strumento di promozione della kermesse carnascialesca tra le più antiche d'Italia, da tramandare soprattutto con orgoglio alle nuove generazioni, che potrebbero rappresentare un futuro radioso e vitale per la rassegna. Io mi auguro che i giovani leggendo le vicende del Carnevale riportate nel libro si sentano stimolati ad impegnarsi in prima persona per proseguire una tradizione così cara a Sant’Eraclio.
L'opera – conclude il professore Sante Piermarini - è dedicata alla memoria del nostro parroco don Luciano Raponi che mantenne intatta la tradizione del Carnevale a Sant’Eraclio dando fiducia ai giovani dell’Azione Cattolica affidando loro nel 1961 la manifestazione definendola Carnevale dei ragazzi”.

La pubblicazione suscita lieti ricordi, piacevoli emozioni soprattutto per chi si è adoperato nel tempo per la riuscita della manifestazione e per chi oggi vive, per la prima volta, il Carnevale come esperienza altamente formativa per l'approccio ai rapporti umani e come occasione di assunzione di responsabilità a livello organizzativo.

Dalle foto emerge l'evoluzione tecnica nella realizzazione delle gigantesche creazioni allegoriche sempre più ricercata; un confronto tra la Sant’Eraclio di ieri e quella di oggi che si è modificata urbanisticamente soprattutto in periferia, e anche nell'abbigliamento degli spettatori ai Corsi mascherati.
Nel “Carnevale dei ragazzi...in versi" si valorizzano i poeti locali, il dialetto come forma di alta espressione artistica e le sensazioni che può generare un componimento poetico inerente alla manifestazione e ai suoi aspetti collaterali.

Il libro è stato stampato da 101 edizioni nel gennaio 2021 ed ora è disponibile. Per eventuali informazioni rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici: 3389465164 (Fabio Bonifazi), 3329546682 (Raffaele Tosti), 3385887078 (Roberto Mosconi), 3287686765 (Ugo Lucidi).

Il presidente del “Carnevale di Sant’Eraclio” Fabio Bonifazi ha espresso soddisfazione per l'obbiettivo raggiunto.

Il progetto grafico, l'impaginazione, la copertina del libro, l'accurata selezione delle foto tratte dal vasto archivio fotografico della manifestazione ma non solo, si deve al professore Ugo Lucidi che ha dimostrato un raffinato gusto estetico e profonda competenza professionale nel comporre un prodotto editoriale. Un contributo determinante lo ha fornito Roberto Mosconi che ha creduto fermamente nel progetto sostenendolo sino al termine con caparbietà, forza di volontà e passione. Già nel 2018 espose alcune anticipazioni del libro, nel corso della Mostra Fotografica e di Arte Contemporanea, nel foyer dell'ex Teatro Piermarini.

Il volume si fregia della prefazione del presidente emerito Raimondo Palazzi e della postfazione del professore universitario Fabio Bettoni valente storico locale. Inoltre il libro si arricchisce dei contributi del primo presidente emerito dottor Mario Marconi, del parroco dell’Unità Pastorale “Sant’Eraclio - Cancellara" Monsignor Luigi Filippucci. Le pagine trasudano dell’atmosfera goliardica, burlesca, trasgressiva, fantasiosa e creativa del Carnevale in attesa dell'ipotetico Corso mascherato che si terrà a settembre, Covid permettendo.