di La Piaggia

CERRETO DI SPOLETO (Pg) - VALNERINA

Cerreto di Spoleto situato a 557slm in Valeriana in provincia di Perugia in Umbria
Il suo nome riprende dalle foreste di cerri che crescono nelle aree circostanti e dalle origini antiche per la sua posizione strategica tra i terreni governati dai duchi di Spoleto.
Data la sua posizione strategica, il castrum faceva parte dei territori governati dai duchi di Spoleto insieme al Gastaldato di Ponte.
Dopo le incursioni saracene, nell’890, sulle alture della Valle del Nera sorsero torri di vedetta a guardia delle strade.
Cerreto di Spoleto, insieme alla vicina Rocca di Ponte, controllava importanti nodi viari: la via che attraversa la Valle del Vigi e quella che attraversa la Valle del Tissino che, salendo a Roccatamburo e a Poggiodomo, mette in comunicazione Cerreto con Monteleone di Spoleto e con l’Altopiano di Leonessa.
Il borgo è anche conosciuto come il "Paese dei Ciarlatani", appellativo riconosciuto a Cerreto nel vocabolario della Crusca del 1612 e diffuso fin dal Cinquecento.
Le prime testimonianze del borgo risalgono all'inizio del 1200 e parlano di un castrum di epoca longobarda caratterizzato da varie torri di vedetta, con lo scopo di controllare le importanti vie del commercio che attraversavano le valli circostanti.
Durante il periodo medievale Cerreto di Spoleto raggiunse il massimo splendore, sebbene si trovò più volte a dover fronteggiare gli assalti della vicina Norcia e della stessa Spoleto. Nel 1446, dopo lunghe contese tra Chiesa e Impero che portarono anche a numerosi danneggiamenti del castello, venne infine sottomesso dallo Stato della Chiesa. Attenuatesi gli scontri, nel corso del Cinquecento varie torri di guardia vennero dismesse e trasformate in cave di pietra.
Si può ammirare la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Annunziata, a cui si accede da un portale del 1592 aperto sul lato sinistro dell’unica navata.
Sculture e preziosi affreschi decorano l’interno della Chiesa.
La Chiesa dell’Annunziata, parrocchiale del Comune di Cerreto di Spoleto, ad un’unica navata, risale al 1517.
I cerretani nel Medioevo godevano di una notevole floridezza economica e divennero famosi per gli appalti che essi prendevano con opere pie ed ospedali, per i quali gestivano le questue, con abile astuzia e simulazioni, sì da far assimilare l'epiteto di cerretano con quello di ciarlatano e imbroglione.

 

Festa del Ciarratano (ciarlatano)

stop view Info
/
      preview
      Album
      Titolo
      Data
      Dimensioni
      Nome file
      Dimensioni file
      Fotocamera
      Distanza focale
      Esposizione
      Numero F
      ISO
      Marca della fotocamera
      Flash
      Visualizzazioni
      Commenti
      ozio_gallery_fuerte

       In auto distanza: 44,6Km   Tempo: 43min   Mappa    Il Comune    Bella Umbria    tuttitalia