logo comunanza

Oggi 21 dicembre 2020 la nostra cara Comunanza Agraria compie 102 anni che sono scorsi, tra l’altro nel segno della vicinanza ai suoi utenti.torta 102

Molte cose sono cambiate da quella sera del 21 dicembre 1918 che venne eletto il primo consiglio di amministrazione, ma molte cose sono rimaste immutate rispetto a quello spirito fondatore. Lo statuto è stato aggiornato ma la sostanza che lo ispirava è ancora la stessa, il principio capostipite è rimasto immutato : LA COMUNANZA AGRARIA è CHIAMATA AD INDIVIDUARE TUTTE LE FORME POSSIBILI PER LO SVILUPPO SOCIO ECONOMICO DEL TERRITORIO E DEGLI UTENTI.

In questo periodo segnato dalla pandemia, dallo spirito di auto isolamento che lentamente ci sommerge, come ci suggerisce la canzone ALONE del gruppo folignate MELANCHOLIA, vincitori morali di Xfactor, esprime molto bene lo stato d’animo di molti ( se volete saperne di più cliccate sul link: https://www.youtube.com/watch?v=H0khePeY9R0) vorremmo comunque offrire motivi di speranza e di riscatto.

Durante questi mesi in cui abbiamo convissuto con momenti di tensione ed apprensione ,abbiamo portato e vorremmo portare ancora alla luce alcune iniziative e collaborazioni che ci fanno sperare in un futuro di maggiore coesione senza però auto incensarci:

  1. Lo scorso 21 marzo la Comunanza in collaborazione con l’Istututo Comprensivo Foligno 3, ha dato vita al concorso per scuole elementari e medie dal titolo “Io resto a casa”, famoso slogan che ci invitavava a contribuire alla lotta contro il Covid 19, Questo concorso che prevede dei premi che saranno consegnati in presenza appena possibile, è un segnale di continuità nella Collaborazione tra Comunanza e Mondo Scolastico del nostro territorio

  2. La collaborazione con il Carnevale dei Ragazzi ha trovato un gesto concreto la maschera del sorriso “Smile” per offrire motivi di vicinanza a tutte le persone con disabilità nella giornata internazionale a loro dedicata (3 dicembre), con un piccolo invito ad ampliare la platea degli utenti attraverso l’inclusione delle persone colpite dalla pandemia, dei loro cari che ci hanno lasciato, di tutti coloro che stanno svolgendo con senso del dovere e con tanto amore la lotta contro il Covid19.

    maschera del sorriso

  3. Insieme a tutte le associazioni, Enti e altre Comunanze, abbiamo aderito al risveglio dell’unità sociale del territorio attraverso il contributo alla realizzazione dell’albero di Natale e dell’illuminazione della nostra cara Torre del Castello che offre ogni sera messaggi ed inviti a tutti coloro che vorranno leggerli e farli propri.

    Siamo lieti che ci sia stato un coinvolgimento molto forte dei giovani con la loro testimonianza sul futuro del nostro mondo, attraverso le loro Tesi di Laurea. Un gesto di condivisione che speriamo non rimanga isolato. Abbiamo bisogno di esempi su cui poggiare le nostre speranze.

    albero di natale e torre

  4. Ci sarà anche un altro elemento che testimonierà la voglia di coesistere tra Associazioni, Enti e Comunanze, che sarà celebrato con un evento la sera del 24 dicembre.

  5. In questo momento di grande difficoltà socio economica abbiamo voluto testimoniare la nostra vicinanza a chi soffre, donando in forma anonima, un sostegno economico con la collaborazione della Parrocchia, perché sentiamo il bisogno di condividere insieme ai bisognosi un momento di solidarietà.

Questo Consiglio di amministrazione a Marzo 2021 terminerà il suo mandato, ma come ultimo gesto vuole portare il suo contributo alla fondazione del COORDINAMENTO degli USI CIVICI, attraverso la collaborazione con l‘ Universitas Agraria di S.Stefano dell’Acqua, con la presentazione della bozza dello Statuto, che speriamo sia il primo mattone di questa casa comune più grande, che comprenderà tutte le Comunanze Agrarie, le Universitas e le ASBUC (sono tutti enti che gestiscono gli usi civici, cioè le proprietà collettive).

Così dopo il gesto di solidarietà in cui tutti insieme , lo scorso aprile , abbiamo donato degli schermi protettori ai medici dell’ospedale di Foligno, lo scorso aprile, crediamo che se questa nuova forma di bene comune troverà sviluppo, ci saranno più possibilità per quanto ci hanno raccontato i giovani laureati del nostro territorio ,così che diventino progetti con ricadute socio economiche sul nostro territorio, con possibilità di occupazione ed integrazione con una finanza sostenibile con una politica di apertura e non di esclusione.

Buon Compleanno a tutti gli utenti della nostra Comunanza che sono la Carne Viva di questo Ente. Buon Compleanno a questo meraviglioso Ente, che vive con il respiro dei suoi utenti.