Una sintesi dell'iniziativa tenutasi domenica 13 dicembre presso l'Oleificio sociale Il Castello
 
 
 
OSSERVA

attentamente l'olio contro luce, agitandolo all'interno del bicchierino valutandone colore e fluidità

 

SCALDA
col palmo della mano per liberare ed esaltare le componenti volatili aromatiche

 

ANNUSA
portando il bicchiere al naso, ispirando intensamente e per brevi periodi cercando di captare tutte le sensazioni gradevoli o sgradevoli

 

GUSTA
assumendo una piccola quantità di olio (equivalente di un cucchiaino), depositandolo sulla lingua per farlo riposare un poco in bocca, muovendo lentamente la lingua contro il palato

 

ASPIRA
aria attraverso i denti con una suzione prima lenta e delicata, poi più vigorosa, in modo da vaporizzare le componenti aromatiche nel cavo orale

 

ESPELLI
l'extravergine continuando a muovere la lingua contro il palato, valutando la sensazione finale in bocca


RICONOSCI LA QUALITÀ

In un Olio Extravergine d'oliva di qualità superiore il colore non è determinante e va dal giallo al verde intenso (attenzione: un olio che va dall'arancio al marrone chiaro è spessodifettoso).
Il fruttato deve essere percepito facilmente e ricorda il frutto dell'oliva verde o matura, comunque una sensazione gradevole di vegetali freschi (attenzione: odori sgradevoli di muffa, riscaldo, rancido, morchia e avvinato rappresentano i principali difetti).
Al gusto deve risultare amaro e piccante. Ricordiamo infatti che la sensazione  Amaro e Piccante è dovuta ai polifenoli, elementi preziosi per la salute perché potenti antiossidanti naturali.
La sensazione finale deve essere di piacevolezza e non si deve sentire la bocca "grassa".