logo comunanza

 

Quando ho accettato nove anni fa di candidarmi alla presidenza della Comunanza sapevo che avrei incontrato ostacoli, perché nella natura delle cose ,tutti abbiamo un proprio pensiero e opinione. Una cosa però ho sempre cercato di fare, quella di attenermi ai fatti, e visto che qualcuno si ostina a definire la persona del Presidente e quella del consiglio di amministrazione come un gruppo di arroganti e despoti anche per la chiusura del circolo dalle ore 20 invece che dalle ore 23 ricordo alcuni fatti:

 

  1. La chiusura è stata motivata dal numero di atti di vandalismo compiuti dai giovani che frequentano il circolo arrivando a distruggere oltre la metà delle seggiole acquistate da Moretti grazie ad una sua iniziativa. Occorre dare un segnale che faccia capire ai ragazzi che la proprietà della Comunanza è di tutti come la sua salvaguardia. Vorrei precisare che non tutti i ragazzi che frequentano il parco sono mele marce, ci sono pochi che possono “contagiare “ gli altri.

  2. Sempre i ragazzi, ma non solo loro,la sera non utilizzano le mascherine quando si riuniscono a meno di 1 metro di distanza tra loro. Questo oltre costituisce un fatto che genera un alto rischio in primis per le persone “fragili” che frequentano il circolo. Ricordo a tutti (altri fatti) che i positivi a Foligno negli ultimi dieci giorni sono passati da 3 a 11 con tendenza all’aumento. Giacché tra qualche giorno riapriranno le scuole, perché devono aumentare le probabilità di contagio? E rispondendo alla domanda che qualcuno mi ha fatto sul perché della chiusura dato che a S.Eraclio non ci sono positivi, ancora una volta ribadisco che nessuno può diffondere notizie coperte da privacy e nel dubbio la cosa più ragionevole è aumentare la sicurezza della salute pubblica.

  3. Ancora fatti, abbiamo riposizionato per ben 3 volte i cartelli con le indicazioni sui sistemi di sicurezza,li abbiamo trovati stracciati e buttati in terra, per cui, quante altre voltre dovremmo procedere alla sostituzione prima di ottenere un’azione positiva sulla sicurezza ed educazione?

  4. Le temperature serali da quando è stata decisa la chiusura dopo le 20 sono state inferiori ai 20 gradi (almeno sino a giovedì 3 settembre), ora se qualcuno avesse voglia di iniziare ad aver una faringite o peggio,liberi di farlo , ma ricordatevi che sarete più fragili rispetto al Covid 19 che vi potrebbe aggredire anche con minor carica virale cosa testimoniata dal numero dei ricoveri che cresce in Italia e in Umbria.

  5. Infine sempre parlando di fatti, questa chiusura non andrà oltre la fine di settembre perché sono giunte adesioni al bando per l’affido del bar, e date le condizioni attuali dello stabile , i lavori per poter iniziare la attività non saranno lunghi più di alcuni giorni, a seconda del progetto che intenderà portare avanti chi risulterà affidatario.

  6. In chiusura, una richiesta di attenersi ai fatti quando si parla di cose che non si conoscono o si hanno notizie frammentarie, per cui non si può affermare che il Girasole ha lasciato l’esercizio della gestione del bar per controversie con il CdA della Comunanza, perché come provano i fatti DOCUMENTATI, il Girasole ha lasciato per questioni finanziarie e non di relazione.

Mancano solo 5 mesi alla scadenza del nostro mandato e abbiamo molte cose da fare prima di lasciare il testimone ai nostri successori. Queste cose riguardano progetti con le altre Comunanze Agrarie (progetti che saranno finanziati con denaro pubblico); il tentativo di sbloccare la situazione dei lavori al Castello insieme agli assesori competenti; stiamo cercando di capire cosa ne sarà dei progetti con la scuola a S.Eraclio inseriti dalla precedente direzione didattica nel piano scolastico 2020-2021. E prima di tutto, abbiamo il dovere di garantire un avvio migliore possibile con l’affidatario del bar e parco del Circolo. Per questi motivi non è intenzione di questo CdA di lasciare in anticipo il testimone e di seguire la fuiria delle parole al vento.

Il CdA della Comunanza Agraria di S.Eraclio