Mamba Tumainidi Andrea Piermarini

La soddisfazione dei giovani calciatori di aver concretizzato un sogno insperato fino a qualche mese fa. La gioia immensa per un desiderio che si è materializzato.
Di questi sentimenti si fa interprete Naomi Vernaccia coordinatrice dei numerosi progetti per l'istruzione, la cultura, il sociale e lo sport che riguardano la realtà del villaggio Mamba Tumaini situato vicino alla città di Kikambala nella contea Kilifi in Kenia.

 

Grazie alla solidarietà espressa dallo staff dirigente della società sportiva Audax 2015 di Sant'Eraclio che milita nel campionato di terza categoria sono state consegnate nei primi giorni di gennaio a Naomi Vernaccia delle divise per consentire ai ragazzi kenioti di svolgere attività sportiva.
Al ritorno in Kenia “i giovani - sottolinea Naomi - erano super felici e con le loro nuove divise hanno fatto un gran figurone rispetto ai ragazzi del villaggio vicino contro i quali giocavano nel nostro campo sportivo". “Si stanno informando per una eventuale iscrizione al campionato l'anno venturo. Attualmente partecipano ai tornei sportivi che vengono organizzati tra i vari villaggi limitrofi africani.” Questi i nominativi della giovane formazione keniota affiliata alla società sportiva Audax 2015: Marcus, Patrik, Danny, Ramadhan, Moddy, Mangi, Oboya, Douglas, Charles, Sandrin, Fiky, Dona, James, Jeffer, Juma, I., Charles, Kachumbari, Leasly, Tedd.  
Sicuramente sarà un collettivo tenace che saprà raggiungere risultati prendendo in considerazioni valori come la lealtà tra le compagini. Mamba TumainiTale iniziativa benefica che si incentra sulla disciplina del pallone favorirà anche la formazione educativa e incrementerà l'aggregazione e la socializzazione tra i giovani kenioti.
Per l’occasione abbiamo contattato Angelo Franquillo presidente della società sportiva Audax 2015 di Sant'Eraclio per conoscere le sue sensazioni sull'importante obbiettivo che si era prefisso è che e stato portato a termine.  "Sono molto soddisfatto della buona riuscita del progetto Mamba Tumaini promosso da Naomi Vernaccia in quanto, sin da subito, come presidente ed insieme a Giulio Rossi abbiamo, come società, fortemente creduto e sostenuto la bellezza dell'iniziativa. Dare la possibilità di praticare lo sport che amiamo e in cui crediamo a ragazzi che hanno materiali difficoltà, ci riempie il cuore di gioia. Credere che, a distanza di migliaia di chilometri, ragazzi possano coltivare la propria passione, seppur in condizioni ostili, anche grazie a noi, è motivo di grande felicità e anche di grande orgoglio”.
Mamba TumainiPer quanto riguarda invece il progetto attinente alla realizzazione della biblioteca Naomi Vernaccia dichiara che “esattamente un anno fa nasceva un sogno. In un anno abbiamo lavorato, condiviso e sparso il seme della speranza ovunque. Quel seme adesso ha dato frutti. E il nostro sogno è realtà. Grazie ai contributi delle Comunanze Agrarie di Santo Stefano, Roviglieto e Cancellara siamo a un passo dalla conclusione dei lavori edili, abbiamo anche la lavagna, abbiamo finito il pavimento e si inizia a fare l’intonaco dalla parte della veranda.” Un modo concreto per  dare speranza, cultura e una opportunità di studio alle nuove generazioni.